KEROFIAMMA Un'Esperienza Unica a Servizio della Protezione
Home » Notizie

Notizie

Iscriviti alle nostre Newsletter !

Iscriviti alle nostre Newsletter ! - KEROFIAMMA
Ricevi informazioni e novità nel campo della sicurezza in azienda e a casa, aggiornamenti della normativa del settore della prevenzione e protezione, promozioni periodiche.
Comunicaci la tua e-mail scrivendo a info@kerofiamma.it 
 
 
NEWS DI MAGGIO 2019: l'azienda di manutenzione presidi antincendio di Padova chiamata MG GROUP SRLha deciso di chiudere definitivamente l'attività dal 1 giugno 2019.
Si ricorda a tutti i loro clienti di non superare la scadenza del periodo di manutenzione dei propri presidi antincendio ma di portarli subito a KEROFIAMMA per contrattualizzare il servizio a garanzia della efficienza dei propri presidi, della sicurezza del personale, dei clienti, della propria azienda e degli automezzi.
KEROFIAMMA offre il servizio di manutenzione periodica dei presidi antincendio analogo a quello offerto da MG GROUP SRL e regala 1 corso per addetti antincendio o primo soccorso alle aziende che stipuleranno un contratto di manutenzione periodica.
KEROFIAMMA è molto di più ! Tutela il tuo benessere !
Chiamaci al tel. 0425484666, scrivici a info@kerofiamma.it, vienici a trovare anche al sabato in Viale Porta Adige 89/A a Rovigo !
Centinaia di ex clienti MG GROUP SRL sono passati alla nostra protezione !
Affrettati a chiamarci!

Videosorveglianza: c'è bisogno di autorizzazioni?

Videosorveglianza: c'è bisogno di autorizzazioni? - KEROFIAMMA
"Ho installato nella mia ditta alcune telecamere di videosorveglianza.
Ho contattato Kerofiamma per l'acquisto di alcuni cartelli aziendali. Devo fare richiesta di autorizzazione all'Ispettorato?"
Questo è il dubbio sollevato da un nostro cliente a Rovigo presso il punto vendita in Viale Porta Adige 89/A in questi giorni.
A lui e a chi avesse un dubbio di questo tipo rispondiamo che:
La richiesta di autorizzazione all’Ispettorato Nazionale o Territoriale del lavoro va presentata, dal legale rappresentante della ditta, SOLO se sono presenti lavoratori (i soci lavoratori non sono lavoratori ai sensi della Legge 300/1970) e in presenza di uno dei seguenti elementi:
1. non sono stati eletti rappresentanti sindacali aziendali (RSA) o rappresentanti sindacali unitari (RSU);
2. pur essendo presenti in ditta RSA o RSU, è stato sottoscritto un verbale di mancato accordo in relazione all'utilizzo dell'impianto di videosorveglianza.
Le immagini riprese dagli impianti di videosorveglianza per finalità di tutela del patrimonio aziendale sono utilizzabili a tutti i fini connessi al rapporto di lavoro a condizione che sia data al lavoratore adeguata informazione delle modalità d'uso degli strumenti e di effettuazione dei controlli. Tuttavia, se le immagini registrate per tutelare il patrimonio aziendale, rilevano una condotta negligente del lavoratore, queste potrebbero essere utilizzate per contestare la condotta non corretta
Bisogna dimostrare per quale scopo si raccolgono i dati e tale scopo deve essere legittimo e mirato alle sole informazioni necessarie alla tutela del patrimonio. Le telecamere poste per tutelare il patrimonio non possono comunque riprendere il posto di lavoro del dipendente, oppure è possibile localizzare un mezzo solo se viene denunciato il furto per tutelare il patrimonio. Inoltre il trattamento dei dati deve essere circoscritto a pochi utenti e l’incrocio con i dati generico e personale deve essere possibile solo con ulteriore elaborazione.

Sanzioni: la condotta criminosa è rappresentata dalla mera installazione e/o la messa in esercizio di impianti audiovisivi e di altri strumenti di controllo non (preventivamente) autorizzati dell'impianto, a prescindere dal suo effettivo utilizzo; darà luogo all’applicazione delle sanzioni previste dall’art. 38, comma 1, Legge 300/70 e sarà impartita una prescrizione, ai sensi dell'art. 20 del D.Lgs. n. 758/94 (ammenda da € 154 a € 1.549 o arresto da 15 giorni ad un anno, salvo che il fatto non costituisca reato più grave). Qualora nel periodo di tempo fissato dall'organo di vigilanza venga siglato l'accordo sindacale o venga rilasciata l'autorizzazione della competente Direzione Territoriale del Lavoro, venendo meno i presupposti oggettivi dell'illecito, l’U.P.G. può ammettere il contravventore a pagare in sede amministrativa, nel termine di trenta giorni, una somma pari al quarto del massimo dell'ammenda stabilità per la contravvenzione commessa (art. 21 D.Lgs. 758/94). Si configura come un reato di pericolo e la norma sanziona a priori l'installazione, prescindendo dal suo utilizzo o meno (Cass. Penale n. 4331/2014), i seguenti casi di mancata autorizzazione preventiva:

- impianto installato ma non messo in funzione;
- è potenzialmente accendibili ed usabile, prescindendo dal suo utilizzo o meno;
- dalla circostanza che tali apparecchiature siano solo installate ma non ancora funzionanti;
- dall'eventuale preavviso dato ai lavoratori;
- dal fatto che il controllo sia discontinuo perché esercitato in locali dove i lavoratori possono trovarsi solo saltuariamente;
- e neppure, secondo alcune sentenze, nel caso di telecamere "finte" montate a scopo esclusivamente dissuasivo.

 

La violazione delle disposizioni riguardanti l'informativa (cartelli) o l’informativa più dettagliata e scritta per i dipendenti, consistente nella sua omissione o inidoneità (es. laddove non indichi comunque il titolare del trattamento, la finalità perseguita ed il collegamento con le forze di polizia), è punita con la sanzione amministrativa da 6.000 a 36.000 euro, prevista dall'art. 161 del Codice privacy.

Il mancato rispetto dei termini di conservazione (sette giorni solo in relazione a concrete situazioni di rischio) e del correlato obbligo di cancellazione, della mancata adozione delle misure minime di sicurezza, la violazione delle misure minime di sicurezza è un reato penale, comporta l’applicazione della sanzione amministrativa da 30.000 a 180.000 euro (art. 162, comma 2-ter, D.Lgs. 196/03).

 
Se desideri essere aggiornato, comunicaci la tua e-mail scrivendo a info@kerofiamma.it o chiamaci al 0425.484666.

Corso gratuito per l'uso corretto dell'estintore e della Bombola GPL

Corso gratuito per l'uso corretto dell'estintore e della Bombola GPL - KEROFIAMMA

Ti invitiamo ad una giornata formativa interessante e utile. Consigliamo di prenotare per tempo.
Tel. 0425.484666
info@kerofiamma.it

Corso gratuito per l'uso corretto dell'estintore e della Bombola GPL

iscrizioni aperte

Kerofiamma sas
Viale Porta Adige 89/A - Rovigo (RO)

20 posti disponibili 

Corso estintore 
Teoria 1 ora: classi di fuoco, come spegnere gli incendi a casa, in camper e in azienda.
Pratica 1 ora: spegnimento incendio di carburanti, di gas, con estintore a polvere, CO2, schiuma e coperta antincendio.
Frequenza ore 14.30-16.30.

Corso bombola GPL 
Teoria 1 ora su: come riconoscere una bombola caricata illegalmente, come collegarla in sicurezza.
Pratica 1 ora: collegamento, cambio tubazione, accessori, dove si può e dove è vietato usarla.
Frequenza: ore 16.30-18.30.

Docente: tecnico Ing. Baldo - autorizzato dal Ministero Interno.
Data dei corsi

Dato il successo dei corsi di gennaio, si è deciso di replicarli nei mesi di aprile, luglio, settembre, novembre.

Segui la nostra pagina Facebook per essere aggiornato su tutte le iniziative.

Corso per l'utilizzo del defibrillatore BLSD

Corso per l'utilizzo del defibrillatore BLSD - KEROFIAMMA

Parlare di sicurezza ai bambini nelle scuole e negli istituti scolastici è il modo per trasmettere quelle buone abitudini che si apprendono quasi per gioco. Considerare i rischi e i pericoli della routine quotidiana e imparare a gestire le emergenze da piccoli sono iniziative di grande importanza dal punto di vista educativo. I bambini sono gli adulti del domani ed è importante insegnare loro come comportarsi nei momenti di emergenza senza andare in panico. 
Dopo l'entrata in vigore del decreto Balduzzi si sono salvate molte vite. La presenza di defibrillatori si estende anche alle scuole e agli impianti sportivi
Kerofiamma oltre a suggerire il defibrillatore più idoneo può organizzare il corso per l'utilizzo del defibrillatore BLSD (BASIC LIFE SUPPORT - DEFIBRILLATION) presso la Tua sede.
Un numero sempre maggiore di persone sono state formate per eseguire le manovre di Rianimazione Cardio-Polmonare (RCP) anche se c'è ancora molto da fare per diffondere la cultura della sicurezza e della conoscenza delle manovre di rianimazione cardio-polmonare.
Vieni a trovarci in Viale Porta Adige 89/A oppure chiama al numero 0425.484666, troverai personale capace di suggerirti le soluzioni più idonee in base alle normative vigenti.

UNA DI QUESTE BOMBOLE POTEVA ESPLODERE!

UNA DI QUESTE BOMBOLE POTEVA ESPLODERE! - KEROFIAMMA

***ATTENZIONE***
UNA DI QUESTE BOMBOLE POTEVA ESPLODERE!
Riusciresti ad individuarla?
È stata ricaricata abusivamente al distributore, si è gonfiata stando al sole perché troppo piena e poteva scoppiare vicino la tua abitazione.
Kerofiamma è rivenditore autorizzato.
Segnala prontamente ai carabinieri o ai Vigili del fuoco i distributori di benzina e gpl che ricaricano bombole alla pompa di gpl abusivamente.

BOMBOLE COME QUELLA IN FOTO POTREBBERO ESSERE IN USO IN QUESTO MOMENTO